Travel Interview Roberta – Italiaterapia

Oggi intervistiamo Roberta, fondatrice del travel blog Italiaterapia.

Roberta

Roberta si descrive:

<< “Chi è Roberta?”, quando mi si fa questa domanda faccio fatica a rispondere perché vedo tante tessere di un puzzle buttate lì su un tavolo, ma alla fine, se ci penso, c’è una coerenza. […]  A me piace dire che sono una blogger. Mi vedo completamente nell’attività della scrittura. >>

Ma ora lasciamole la parola. Ecco a te Roberta del blog Italiaterapia.

  • Chi è Roberta?

Chi è Roberta?“, quando mi si fa questa domanda faccio fatica a rispondere perché vedo tante tessere di un puzzle buttate lì su un tavolo, ma alla fine, se ci penso, c’è una coerenza.

Sono laureata in Cinema, però ho lavorato nel mondo della Comunicazione aziendale all’interno di una web-tv. Quando sono terminati gli anni di lavoro presso questa azienda, ho deciso di aprire un blog per parlare della mia città, cioè Roma.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia

Da lì, poi, ho scoperto che la scrittura mi piaceva tantissimo e, piano piano, mi sono scoperta blogger.

Adesso, quindi, se tu mi chiedi “Chi è Roberta?“, a me piace dire che sono una blogger. Mi vedo completamente nell’attività della scrittura.

Naturalmente, non mi limito a scrivere: mi piace viaggiare, mi piace leggere, adoro il cinema, adoro fotografare… Tutto ciò che ruota all’arte ed alla comunicazione sono io!

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Com’è nato il tuo blog Italiaterapia?

Dopo quattro anni di lavoro presso una web-tv, in una serata con un’amica abbiamo detto: “Ma perché non apriamo un blog?”.

Abbiamo viaggiato tantissimo in tutto il Mondo tutte e due. Cominciamo, invece, a parlare d’Italia, visto che non ne parla nessuno e d’Italia come meta di viaggi considerando come viaggio anche la nostra stessa città. Cominciare, quindi, ad acquisire un nuovo punto di vista nei riguardi proprio di Roma, trattandola proprio come una meta.

Abbiamo iniziato, quindi, questo blog, chiamandolo Italiaterapia perché doveva essere in accezione terapeutica: Cosa c’è di bello in Italia? Cosa ci offre l’Italia? Quali sono gli stereotipi?

Il blog è nato così, un po’ per gioco, come penso per la maggior parte delle persone.

Così: scrittura, fotografia e poi abbiamo preso il via!!

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Qual’è il canale social che preferisci? Perchè?

Preferisco Facebook perché lo vedo un canale più diretto. Unisce tutto: scrittura, fotografia e mi dà maggiore libertà rispetto a Twitter. Twitter lo vedo, diciamo, un po’ più nevrotico.

Instagram mi piace tantissimo, però, è un po’ limitato alle fotografie ed a dei commenti standardizzati.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Quali sono, secondo te, le 3 qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Innanzitutto, deve amare viaggiare. Dal mio punto di vista deve amare i viaggi non come un qualcosa di bulimico, ma come qualcosa che fa riscoprire anche se stessi.

Deve saper scrivere perché, diciamo che, gli errori grammaticali non è che sia proprio il massimo trovarli all’interno di un blog.

Deve avere, infine, la capacità di coinvolgere il pubblico e di farlo viaggiare con sé.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Qual’è il luogo del Mondo che più ti ha colpito e perché?

Dunque, il luogo del Mondo mi viene da dire Istanbul perché è stato il mio primo vero viaggio con i miei genitori. Arrivammo tanti anni fa ad Istanbul con un camper tutto scassato pieno di adesivi, quindi, è il viaggio che mi è rimasto impresso di più. Naturalmente, ricordo quella città con un grande fascino perché c’era questo crocevia tra Oriente ed Occidente che è proprio entrato nell’anima della me quattordicenne.

Se penso all’Italia, direi Venezia. Per me Venezia, come Istanbul, unisce Oriente ed Occidente ed è la città che mi affascina di più dell’Italia. La sento mia anche molto affine.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Per andare in Australia, 20 ore di volo. Andare in Australia è stata un’impresa perché le prime 6 ore sono volate (per rimanere in tema 😉 ). Le altre, invece, diciamo che sono andate molto più lentamente.

Il problema, però, non era tanto la noia, che combattevo con la lettura o con quattro chiacchiere con le amiche, quanto il fatto che dopo varie ore di volo le gambe ed i piedi si erano gonfiati. Nessuno di noi tre, quindi, riusciva ad infilarsi le scarpe prima di scendere dall’aereo. Questo è l’aneddoto più simpatico che racconto!

Diciamo che a me piace leggere, guardare film ed osservare fuori dal finestrino. L’unico neo è che le hostess chiusero le tendine dei finestrini per farci tollerare meglio il fuso orario e, quindi, questa cosa fu drammatica. Passammo ore al buio!

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Mi verrebbe da dire la città perché il mare e la montagna li ho anche in Italia. Anche la città l’ho in Italia, per carità! Se devo pensare ad un viaggio, però, mi viene in mente la città perché è quella che mi dà un’esperienza più completa.

Poi è chiaro: se mare e montagna sono vicini alla città, li visito tranquillamente.

Il mare lo associo alla vacanza, così come la montagna. Per me la città, invece, è la scoperta.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Al volo metterei: computer, telefonino, biancheria intima, un paio di pantaloni, una maglietta e volerei… e un libro, fondamentale!

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Su due piedi, ti direi a Venezia. Certo budget limitato e Venezia, forse, non sono molto abbinabili. Però è abbastanza vicina come meta.

Ho dei bellissimi ricordi di questa città che, però, risalgono a circa 10 anni fa e, quindi, ci vorrei ritornare!

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia
  • Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual’è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Dunque, sono appena tornata dall’Olanda. Ho fatto lì 5 giorni ed adesso sto già progettando qualcosina per l’estate. Mi piacerebbe tantissimo lo Sri Lanka, intorno ad Agosto (se possibile), però, prima, se riesco, il Marocco e, poco dopo, in concomitanza con il mio compleanno (farò 40 anni!), forse, New York.

Travel Interview Roberta
Photo Credit: Roberta – Italiaterapia

La videointervista

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questa è Roberta, se la vuoi seguire ecco i link del suo blog e dei suoi canali social:

Sito Web – Facebook – Instagram – Twitter – Google+

barra aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

10 Replies to “Travel Interview Roberta – Italiaterapia”

  1. La mia amica Roby che bello questo racconto emerge proprio quello che lei è, e cioè una bella persona e sincera. E poi il suo blog è sempre stato fonte d’ispirazione per me. Brava Cassandra per questa intervista..

  2. Beh, non potevo non commentare questa intervista 😉 Bella davvero, grazie. Belle le foto che hai scelto: la cosa che ho apprezzato, infatti, è l’impegno che ci hai messo. Insomma, continua così e se vorrai intervistarmi di nuovo, un giorno, ti dico già di sì 🙂

    1. Grazie mille Roberta, sei veramente un tesoro! Faccio del mio meglio ed anche di fronte agli imprevisti, provo a non arrendermi! Finora non l’ho mai fatto e, spero, non succeda in futuro! Quando vorrai fare una chiacchierata di nuovo, io sono qui 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *