Travel Interview Illy e Andy – I viaggi di Illy e Andy

Condividi su...Share on Facebook1Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Oggi intervistiamo Illy e Andy del blog I viaggi di Illy e Andy.

i viaggi di illy e andy

Nella loro descrizione affermano:

<<Siamo viaggiatori. Viaggiamo sempre in coppia, mai divisi. Quando riusciamo viaggiamo con il nostro amore peloso, un sacro di Birmania che abbiamo soprannominato Codina. A breve ci seguirà, anche, il nostro Piccolo Principe.>>

Come ormai ben saprete, anche per me i viaggi sono una grande passione. Se potessi sarei  in viaggio in ogni momento, adoro prendere un aereo e scoprire il Mondo. Chissà se riuscirò a visitarlo tutto!

Ora lasciamogli la parola. Ecco a te Illy e Andy di I viaggi di Illy e Andy.

  1. Iniziamo: per prima cosa, raccontateci di te. Chi sono Illy e Andy?

Illy e Andy sono due nomignoli che ci scambiamo a casa io, Ileana, e Andrea, mio marito da un anno e mezzo.

Siamo, quindi, una coppia innamorata della nostra vita e che insieme hanno deciso di innamorarsi del mondo circostante. Veniamo dalla laguna più bella del mondo, quella di Venezia e nella vita siamo una infermiera pediatrica e un impiegato di banca.

Per passione, però, siamo viaggiatori. Viaggiamo sempre in coppia, mai divisi. Quando riusciamo viaggiamo con il nostro amore peloso, un sacro di Birmania che abbiamo soprannominato Codina. A breve viaggeremo accompagnati dal nostro Piccolo Principe, il bimbo che doveva nascere il 5 gennaio, ma si è fatto attendere fino al 1 febbraio.

Classe 89, abbiamo le idee chiare sul nostro futuro: stare insieme, viaggiando.

Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
  1. Com’è nato il vostro blog I viaggi di Illy e Andy?

“Il blog è nato per caso” si sente dire spesso. Beh, non è vero nel nostro caso.

E’ nato dopo una riflessione su quello che io personalmente volevo dalla vita: famiglia, amore, lavoro e viaggi.

Non sono mai stata più di tanto una “social girl”, tant’è che abbiamo aperto la nostra pagina Facebook personale solo dopo esserci sposati, a giugno 2015. Rendere pubblico la nostra vita privata non ci è mai piaciuto, ma il viaggio di nozze mi ha completamente trasformata.

Già prima ero abituata a viaggiare con i miei genitori, che mi hanno fatto conoscere fin da bambina luoghi bellissimi della nostra Italia e mi hanno avvicinato all’affascinante mondo delle crociere, in cui ho coinvolto anche Andrea proprio durante il nostro viaggio di nozze.

Vedere posti meravigliosi, conoscere culture e tradizioni diverse, fotografare tutto ciò che appare bello ai miei occhi (praticamente tutto!) ha cominciato a diventare la mia evasione, la mia valvola di sfogo dai problemi della vita e da un lavoro che non sempre porta i frutti desiderati.

Così ho cominciato a sentire la necessità di cercare in internet siti di viaggio, per riuscire ad organizzare i nostri in modo sempre più dettagliato e puntuale per godere a pieno del viaggio. Sono incappata in vari siti di travel blogger (di cui prima ammetto non conoscevo nemmeno l’esistenza). Da li si è aperto un mondo.

Ho pensato che anche io avrei potuto raccontare le nostre avventure, i nostri viaggi, la nostra passione. In una fredda giornata di dicembre, alle porte con il nuovo anno, ho creato il sito internet e il resto è venuto da solo.

Venezia, Piazza San Marco, Basilica e Campanile
Venezia, Piazza San Marco, Basilica e Campanile Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
  1. Quale canale social preferite e perchè?

Siamo attivi su Facebook, Instagram e da poco anche su Google+ e YouTube.

Quello che ci dà più soddisfazioni al momento è Instragam.

Fare foto è una passione che abbiamo in comune, mentre quella di scrivere è solo mia.

E’ Andy infatti il titolare della nostra inseparabile Nikon (che molto spesso però tento di fregargli) mentre io mi dedico a scrivere gli articoli.

Instagram ci dà modo immediato di comunicare il nostro stato d’animo davanti ad un tramonto speciale o un luogo che ci trasmette qualcosa. Ci sembra per questo più immediato e più comunicativo di ogni altro canale.

 

  1. Quali sono, secondo voi, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Sincerità. Chiarezza. Intraprendenza. Credo che un blogger che si occupa di viaggi debba avere queste caratteristiche perché

  • senza la Sincerità finirebbe solo per fornire informazioni di parte che non sarebbero utili a nessuno;
  • senza la Chiarezza in ciò che racconta potrebbe creare false aspettative in chi legge;
  • senza l’Intraprendenza, non si va da nessuna parte. In un viaggio ci si deve buttare, andare alla scoperta e all’avventura, lasciarsi guidare dall’istinto. Solo in questo modo si viaggia davvero, si vive davvero.

Chi sta pensando ad una destinazione e cerca informazioni su siti internet, ha bisogno di informazioni chiare e sincere, su ogni aspetto del viaggio, dalla pianificazione ai costi sostenuti.

Se qualcuno è interessato ad una destinazione, ma ha bisogno di un viaggio low cost, necessita di sapere nel dettaglio quanto costano attrazioni, visite, hotel menzionati e su questi aspetti bisogna essere precisi e onesti.

Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy

Gli itinerari che un travel blogger propone sul suo sito devono essere testati in prima persona e non riportati da altri, perché chi lo legge ha bisogno, per esempio, di capire cosa è realmente possibile fare e vedere in una giornata in giro per una metropoli, oppure quanto siano distanti i vari punti di interesse, se necessita di un mezzo di trasporto per spostarsi. Viaggiare con i bambini per esempio è un viaggio a parte e solo chi lo ha sperimentato può veramente essere utile ad altri genitori in viaggio.

Insomma, fare del travel blogging non è una cosa da poco !!

 

  1. Quale luogo del Mondo vi ha maggiormente colpito e perchè?

Quando abbiamo letto questa domanda, insieme, di getto, abbiamo risposto entrambi Istanbul.

Meta del nostro amatissimo viaggio di nozze in giro per il Mediterraneo orientale, ad Istanbul abbiamo veramente lasciato un pezzo del nostro cuore. Una cultura totalmente diversa dalla nostra, un fascino mistico e magico, quasi surreale.

Santa Sofia, Istanbul
Santa Sofia, Istanbul Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy

Colori strabilianti, il luccichio delle spezie, la dolce melodia del Muezzin, l’affacciarsi delle Moschee sul Bosforo: Istanbul parla da sola, non ha bisogno di presentazioni.

Parlare di Istanbul adesso fa forse paura, ma il ricordo che abbiamo di lei nessuno lo cancellerà mai. Ciò che lei ha rappresentato per noi rimarrà per sempre in quell’angolo speciale dei nostri cuori.

Mercato delle Spezie, Istanbul
Mercato delle Spezie, Istanbul Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
  1. Il viaggio aereo più lungo su cui siete saliti? Come avete fatto passare il tempo?

Può sembrare strano, ma in aereo, insieme, non abbiamo mai viaggiato.

Ebbene si, avete mai incontrato una travel blogger che ha paura dell’aereo?! Eccomi!!

Non è una vera e propria paura perché in passato ho preso aerei per Berlino, Parigi, Amsterdam, Roma e Copenaghen … diciamo che non lo preferisco come mezzo di trasporto.

Quindi, fin’ora ha sempre cercato di evitarlo. Se mi immagino come potrei passare il tempo durante tante ore di volo probabilmente penserei ad un buon libro (poiché un’altra mia grande passione è la lettura, nello specifico quella di viaggio); mentre Andy credo opterebbe per un bel pisolino, dato che lui si addormenta in ogni mezzo di trasporto possibile. Certo, con un bimbo probabilmente ci dedicheremo a qualche bel gioco da tavolo.

 

  1. Per un viaggio preferite il mare, la montagna o la città?

Tutte e tre insieme non si può?! AhAhAh… scherzi a parte. Andy sicuramente risponderebbe mare, perché per lui avere la possibilità di unire scoperta e relax è praticamente fondamentale. Io credo risponderei città: la voglia di scoprire per me è insita nel viaggio, e non mi spaventa camminare tanto e non riposarmi durante un viaggio.

Preferisco sapere di aver girato il più possibile, di aver visto più cose possibili e di portarmi a casa il massimo di quello che potevo e riposarmi al rientro. Certo, se si parla di una città sulla costa o sul cucuzzolo di una montagna, ancora meglio!!

 

  1. Se doveste preparare la valigia in pochi minuti che cosa mettereste?

Io sarei capace di inserire in una valigia tutta la casa in 5 minuti !!

Forse non sono proprio la viaggiatrice ideale; diciamo pure che uno zaino in spalla con lo stretto necessario proprio non mi descrive al meglio. Tendo sempre a voler avere tutto sotto controllo, devo avere il pieno dominio su ogni cosa.

Sicuramente nella mia valigia ideale non deve mancare tutta l’attrezzatura per fotografare, un penna e block notes per appuntare, e un libro o una guida del luogo dove siamo diretti per essere sicura di non perdere proprio nulla.

 

  1. Avete a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andreste?

In qualsiasi posto dove non siamo ancora stati. Non importa quanto distante sia da casa, anche solo 100 km, ma l’importante è scoprire posti nuovi. Non necessariamente un luogo per essere interessante deve essere ricercato.

Noi amiamo i piccoli borghi d’Italia, le campagne, gli scorci sul mare. Apprezziamo ciò che ci sta intorno; ci emozioniamo davanti ad un tramonto; ci piace camminare in riva al mare ammirando l’orizzonte.

Non sempre è necessario andare dalla parte opposta del mondo per essere felici.

Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy
  1. Ed infine, raccontateci un po’ del vostro futuro: qual è il vostro prossimo viaggio o progetto in programma?

Il nostro futuro ora è tutto dipendente dal nostro Piccolo Principe. I viaggi che avevo in mente prima di sapere della gravidanza sono ovviamente saltati perché con un neonato non me la sono sentita di portali avanti; probabilmente l’anno prossimo.

Per quest’anno stiamo pensando a mete più gestibili, come mare e montagna vicino a casa. Ma se lui risponde bene, potrebbero esserci delle novità per la seconda metà dell’anno magari. Chi lo sa… seguiteci e lo scoprirete da soli!!

Castel Gandolfo
Castel Gandolfo Photo Credit: I viaggi di Illy e Andy

Grazie mille Illy e Andy per aver partecipato all’iniziativa.

E’ stato veramente interessante leggere le vostre risposte alle domande.

Anche a me Istanbul è piaciuta molto. Come voi, ci sono stata in crociera due anni fa. Adoro questo tipo di viaggio perchè consente di visitare in una sola volta numerose destinazioni. 

Non penso proprio che sia un “viaggio da vecchi” come molti lo definiscono. Secondo me, le persone che lo pensano, non hanno ancora capito appieno il senso di scoperta e il desiderio di curiosità che accompagnano un viaggio in qualsiasi luogo del Mondo e con qualsiasi mezzo.

 

Se vuoi seguire Illy e Andy nelle loro avventure, qui di seguito trovi i link del loro blog e dei loro canali social:

Sito WebFacebook Instagram – Google+

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook1Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *