Repubblica Dominicana: guida pratica

Condividi su...Share on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

Ed eccoci qui con una guida pratica della Repubblica Dominicana.

Fra pochissimo si parte per questa fantastica destinazione 😉 ! Sono super emozionata!

Se anche tu sei in partenza o hai in programma un viaggio in questo luogo paradisiaco, ecco qui tutto quello che devi sapere.

Storia

La Repubblica Dominicana vide i suoi primi abitanti a partire dal 2600 a.C.

Ma solo dal 250 a.C. sono rimaste delle vere e proprie tracce storiche che hanno permesso di ricostruire i fatti.

Il 5 Dicembre 1492 Cristoforo Colombo sbarcò sull’isola e la ribattezzò Hispaniola, ovvero “Piccola Spagna”. Vi ritornò, poi, l’anno seguente con un migliaio di coloni per iniziare la formazione del nuovo impero spagnolo.

Il primo insediamento spagnolo, nei pressi di Isabela, venne pochi anno dopo abbandonato (a causa dell’elevata crescita della popolazione) per essere trasferito nei pressi dell’attuale città di Santo Domingo.

Nel 1697, a causa dei frequenti saccheggi subiti, la Spagna cedette la parte occidentale dell’isola alla Francia.

All’inizio dell’800 l’isola divenne totalmente indipendente dalla Spagna e dal 1861 si susseguirono diversi presidenti eletti con il metodo democratico.

A causa del debito estero verso gli Stati Uniti, quest’ultimi risposero occupando militarmente l’isola. Da quel momento, seguì la dittatura della giunta militare di Rafael Léonidas Trujillo, che si concluse nel 1961.

Successivamente, si ebbe una nuova invasione americana che portò all’elezione del presidente Joaquin Balaguer Ricardo.

Geografia

La Repubblica Dominicana si trova sull’isola di Hispaniola e ne occupa i due terzi. L’altra parte è occupata da Haiti.

Ha un’estensione di 48 442 metri quadrati ed è il secondo Paese per estensione dei Caraibi.

E’ circondata dall’Oceano Atlantico a Nord e dal Mar dei Caraibi a Sud.

La capitale é Santo Domingo, la cittá piú antica del Nuovo Mondo.

Punta Cana
Punta Cana

Clima

Il clima della Repubblica Dominicana è tropicale.

Esistono principalmente due stagioni delle piogge: da Ottobre a Maggio sulla costa settentrionale e da Maggio a Ottobre nella parte meridionale.

La stagione degli uragani, la meno indicata per recarsi sull’isola, va da Giugno a Settembre.

Trasporti

Il mezzo per raggiungere la Repubblica Dominicana dall’Italia è, ovviamente, l’aereo.

Gli aeroporti internazionali presenti sull’isola sono:

  • Aeropuerto Internacional Las Américas (SDQ) di Santo Domingo;
  • Aeropuerto Internacional Punta Cana (PUJ) di Bàvaro e Punta Cana;
  • Aeropuerto Internacional Gregorio Luperón (POP) di Puerta Plata;
  • Aeropuerto Internacional Cibao (STI) di Santiago;
  • Aeropuerto Internacional El Catey (AZS) di Samanà;
  • Aeropuerto Internacional La Romana (LRM) di La Romana.

Solitamente, i voli charter atterrano nell’aeroporto di La Romana.

Per quanto riguarda i trasporti locali, vi sono autobus che collegano i principali aeroporti ed autobus locali chiamati “guaguas”.

In alternativa, è molto semplice noleggiare un automobile per visitare in autonomia il paese. I pressi variano da 40$ a 150$ al giorno.

Per quanto riguarda il  noleggio è necessaria una patente valida ed avere un’eta superiore ai 25 anni. Ti sarà richiesta una carta di credito come deposito, in alternativa puoi lasciare il tuo passaporto.

Interno Repubblica Dominicana
Interno Repubblica Dominicana

Telefono

Per telefonare dall’Italia verso la Repubblica Dominicana bisogna inserire il prefisso +1 809 seguito dal numero a 7 cifre.

Per telefonare dalla Repubblica Dominicana verso l’Italia, invece, bisogna anteporre al numero il classico +39.

Lingua

La lingua ufficiale della Repubblica Dominicana è lo spagnolo.

Nelle zone turistiche, comunque, sono comunemente parlate: l’italiano, il francese, l’inglese ed il tedesco.

Valuta

La moneta locale è il peso dominicano (DOP) che è diviso in 100 centavos.

Sono presenti numerosi bancomat dove poter prelevare facilmente.

Controlla prima di partire se la tua carta è abilitata al prelievo in zone Extra-europee.

Sono accettate le principali carte di credito (American Express, Visa, Mastercard).

Per gli acquisti vengono comunemente accettati sia i dollari americani che gli euro, ma il cambio è molto sfavorevole.

Viene effettuato un cambio 1 a 1. Il mio consiglio è, quindi, di avere con te dei dollari americani o, se puoi, prelevare al tuo arrivo della moneta locale.

Fuso orario

La Repubblica Dominicana è situata nel GMT -4, quindi, è 5 ore indietro rispetto all’Italia.

Il Paese, inoltre, non osserva l’ora legale, quindi, quando è in vigore da noi, la differenza aumenterà di un’ora, diventando di 6 ore in meno.

Repubblica Dominicana
Repubblica Dominicana

Religione

Quasi il 90% della popolazione della Repubblica Dominicana è di religione cattolica.

Sono presenti delle minoranze: evangelisti, avventisti del settimo giorno, battisti e mormoni.

Festività nazionali

Le festività nazionali della Repubblica Dominicana sono:

  • 1 gennaio:  Capodanno
  • 6 gennaio: Epifania
  • 21 gennaio: Festivitá di Nostra Signora di Altagracia
  • 26 gennaio:  Festivitá di Juan Pablo Duarte
  • 27 febbraio:  Festa in ricordo dell’Indipendenza
  • marzo o aprile (varia) – Venerdí Santo
  • 1 maggio:  Festa del Lavoro (o il primo lunedí )
  • giugno (varia) Corpus Christi
  • 16 agosto:  Festa della Restaurazione dell’Indipendenza
  • 24 settembre:  Festivitá di Nostra Signora de Las Mercedes
  • 6 novembre: Festa della Costituzione (o il primo lunedí)
  • 25 dicembre:  Natale

Precauzioni sanitarie

Non è necessaria alcun tipo di vaccinazione per accedere alla Repubblica Domincana.

Consiglio di bere sempre acqua in bottiglia, verificando che sia ben sigillata al momento dell’acquisto.

Orari negozi e mercati

Generalmente i negozi osservano i seguenti orari:

  • dalle 9.00 alle 18.00 nei giorni feriale;
  • fino alle 14.00 il sabato.

I ristoranti, solitamente, fanno orario continuato fino a mezzanotte dalla domenica al giovedí, mentre dal venerdí al sabato chiudono alle 2:00 del mattino.

Santo Domingo
Santo Domingo

Mance

Il servizio negli hotel e nei ristoranti è solitamente compreso, ma è usanza lasciare circa un 10% per cento in più se sei stato soddisfatto.

Corrente

La corrente viene erogata a 110 V con presa americana.

E’ necessario, quindi, munirsi di un adattatore.

Visto di ingresso e tasse

I cittadini di nazionalità italiana non necessitano di visto di ingresso per l’entrata nel Paese. E’ consentita una permanenza massima di 90 giorni ed è necessario un passaporto con una validità superiore a 6 mesi dalla data di rientro.

Sono previste una tassa di ingresso e una d’uscita: la prima ha un costo di 10USD / 10€ e la seconda di 20USD / 20€ / 1000 DOP.

La prima è, solitamente, inclusa, se acquisti un pacchetto di soggiorno. Ricordati, però, di richiedere l’apposita tessera turistica agli addetti del tour operator presenti in aeroporto.

In caso contrario, è possibile pagarla direttamente all’arrivo in aeroporto nell’ufficio posto prima dei controlli doganali.

La seconda, invece, è quasi sempre dovuta e dovrà essere pagata ad un apposito sportello posto dopo il check-in e prima dei controlli aeroportuali.

Ricordati: queste tasse possono essere pagate solo in contanti. Non sono accettati bancomat e carte di credito.

Tramonto Repubblica Dominicana
Tramonto Repubblica Dominicana

Per maggiori informazioni visita il sito dell’Ente del turismo della Repubblica Dominicana.

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newslettere di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *