Gli animali australiani: scopriamoli insieme

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Sei curioso di scoprire tutti gli animali australiani? Allora leggi fino in fondo e diventerai un vero esperto. L’Australia è un continente in cui sono presenti tantissimi animali di ogni genere e specie.

In questo articolo ti illustrerò i principali e quelli che a me sono piaciuti di più perchè sono molto diversi da quelli presenti in Italia e caratteristici dell’outback.

Alcuni numeri sul continente australiano:

  • più di 378 specie di mammiferi
  • 4000 specie di pesci;828 specie di uccelli
  • 300 specie di lucertole;
  • 2 specie di coccodrilli;
  • 50 specie di mammiferi marini.

Dingo

Il dingo è sicuramente il mio animale preferito!

E’ un cane selvatico che è stato introdotto in Australia per opera dell’uomo, presumibilmente dall’Asia.

Degli esemplari di questo animale si trovano anche in Thailandia, in alcune parti della Cuna, in Laos, Malesia, Borneo, Indonesia, Nuova Guinea e Filippine.

Dingo
Dingo

E’ diffuso in quasi tutto il continente australiano (con la sola esclusione della Tasmania), in particolare nei luoghi dove è facile procurarsi il cibo, come nei pressi dei villaggi.

Il loro cibo principale sono gli uccelli e i rettili, ma possono arrivare a mangiare anche piccoli canguri, pecore e conigli.

Sono animali rigorosamente carnivori.

Purtroppo, è iscritto negli animali a rischio di estinzione.

In cattività, degli esemplari sono riusciti a sopravvivere fino a 24 anni, ma in natura la causa principale di morte è l’uccisione per mano dell’uomo.

Diavolo della Tasmania

Il diavolo della Tasmania è ricordato sicuramente per il famoso cartone animato Taz – Il diavolo della Tazmania.

Non è assolutamente grande come si vede nel cartone animato e resterai stupito dalle sue ridotte dimensioni.

Può raggiungere un peso massimo di solamente 12 chilogrammi ed un’altezza di 40 centimetri.

Diavolo della Tasmania E’ diffuso solamente nell’omonima isola della Tasmania.

E’ di colore nero, si nutre di carogne ed ha un carattere molto irascibile, infatti, nella maggior parte degli zoo ne vedrai solamente uno.

Oggi è altamente a rischio di estinzione a causa di una rara forma di cancro altamente trasmissibile, il tumore facciale del diavolo.

Questa malattia negli anni novanta ha decimato la specie ed attualmente continua a mietere vittime. Il programma Save the Tasmianan Devil Program attivato dal governo australiano è attivo per contrastare la diffusione del fenomeno e salvare la specie dall’estinzione.

Il tumore facciale del diavolo

Il tumore facciale del diavolo è un cancro che ha avuto un’origine non virale, presumibilmente dalle cellule di Schwann.

La prima forma è stata scoperta nel 1996 in Tasmania.

In pochi anni ha decimato la specie, diffondendosi nel 65% della regione.

La malattia si manifesta inizialmente con delle masse di tessuto anormali che crescono intorno agli occhi ed alla bocca dell’animale, ciò ostacola le normali attività di ricerca del cibo e nutrizione, portando il diavolo della Tasmania alla morte per fame nel giro di pochi mesi.

Nel caso non si dovessero trovare delle cure per la malattia, si stima che l’estinzione dell’animale in natura avverrà nel 2035.

Canguri e wallaby

Il canguro è uno degli animali simbolo dell’Australia e ve ne sono circa 140 specie.

La principale differenza tra canguri e wallaby è la dimensione, i secondi sono generalmente più piccoli ed hanno, di conseguenza, un peso minore.

I canguri possono arrivare a pesare fino 90 chilogrammi!

Una stima del numero di canguri presenti in Australia: 30 – 60 milioni!

Il nome wallaby è stato creato dalla tribù aborigena Eora che viveva dove oggi sorge Sydney. La maggior parte sono erbivori.

Koala

Un altro simbolo degli animali australiani è il koala.

Si nutre di eucalipto, albero su cui lo potrai facilmente vedere.

Il suo pasto si svolge principalmente nelle ore serali: consuma giornalmente circa mezzo chilo tra gemme e foglioline.

Koala
Koala

Molto raramente scende a terra, ma se lo fa è per favorire la digestione con terra, cortecce e sassolini.

Il koala può rimanere immobile fino a 18-19 ore al giorno!

Ciò è dovuto al fatto che, essendo la sua alimentazione basata solamente su alimenti vegetali, è povera di proteine e grassi e causa di un metabolismo molto lento.

Wombat

I wombat o vombati sono anch’essi dei marsupiali australiani ed il loro nome è stato creato dalla tribù Eora.

Sono erbivori e si nutrono principalmente di erbe, corteccia e radici.

Wombat
Wombat

Il colore della pelliccia è solitamente grigio o marrone. Hanno una lunghezza di circa 1 metro ed un peso che varia dai 20 ai 35 chilogrammi.

Il loro metabolismo è molto lento e la digestione può impiegare fino a 14 giorni!

Ornitorinco

L’ornitorinco è uno dei cinque mammiferi che depongono le uova.

Ha una temperatura media del corpo di 32 gradi, al posto dei 38 tipica dei mammiferi. Ciò è dovuto al suo metabolismo che è molto lento.

Ha un muso molto lungo che ricorda quello di un’anatra ed i piedi palmati.

Lo sapevi che l’ornitorinco maschio usa il veleno contro i predatori?

Ha su ognuna delle zampe posteriori degli speroni cavi che utilizza come arma di difesa contro i predatori, iniettando loro del veleno.

Per questo veleno non esiste ancora un antidoto, quindi fai attenzione!

Non è letale per gli uomini, ma si ha un tempo di guarigione molto lungo che può variare da giorni a mesi.

Echidna

Echidna è anche chiamato formichiere spinoso.

Si nutre, infatti, di insetti ed è ricoperto di spine in modo molto simile a quello di un riccio.

Il suo alimento principale sono le formiche e le termiti. E’ diffuso anche in Nuova Guinea ed in Tasmania.

Echidna
Echidna

Emù

L’emù è un uccello molto simile allo struzzo.

Può arrivare a quasi 2 metri di altezza per un peso che oscilla tra i 50 e i 55 chilogrammi.

Emù
Emù

E’ un abile corridore: può raggiungere una velocità massima di 50 km/h.

Si ciba di vegetali e piccoli animali, la femmina può deporre fino a 20 uova.

Uccello lira

L’uccello lira è diffuso principalmente nelle aree australiane dove vi è la foresta pluviale.

Somigliano a grandi merli grigi.

I maschi hanno, inoltre, delle lunghe piume posteriori che usano per corteggiare le femmine.

Kookaburra

Kookaburra deriva da una parola indigena utilizzata per indicare il verso degli uccelli.

Il verso, infatti, è una delle caratteristiche principali di questi uccelli ed è simile ad una risata umana.

Appartengono alla stessa famiglia dei martin pescatori, per questo, molte volte potrai sentirli chiamati martin pescatori australiani.

Kookaburra
Kookaburra

Li potrai vedere facilmente anche nelle zone urbane, la maggior parte di loro non è spaventata dall’uomo.

Se sei a Sydney, potrai trovarli all’interno dei Royal Botanic Gardens.

Cockatoo e pappagalli

I pappagalli sono molto diffusi sul territorio australiano, ne potrai vedere di tutti i tipi, ma soprattutto di tutti i colori.

Si va dal colore bianco dei cockatoo a quelli sgargianti delle roselle.

Cacauta Royal Botanic Gardens di Sydney
Cacauta Royal Botanic Gardens di Sydney

Coccodrillo

I coccodrilli sono diffusi nell’area tropicale del continente australiano.

Si tratta, principalmente, del coccodrillo marino, il più grande della sua specie.

Può raggiungere i 1500 chilogrammi di peso per 8 metri di lunghezza!

Coccodrillo
Coccodrillo

Oltre che in Australia, è diffuso anche in Indocina e Melanesia.

Degli eccellenti luoghi di osservazione di questi animali all’interno del loro habitat naturale sono il Kimberley ed il Kakadu National Park.

Fai attenzione, però, non sono rari i casi in cui questo animale abbia attaccato l’uomo!

Tartarughe

In Australia sono molto diffuse le tartarughe a dorso piatto che si trovano principalmente nella regione tropicale del continente.

Il sito più importante è Crab Island dove avviene la loro nidificazione.

Sul territorio, oltre alle tartarughe a dorso piatto, ci sono cinque specie a rischio estinzione.

I luoghi perfetti per vederle sono nel Western Australia, Ningaloo Reefin, mentre a Broome, Eco Beach.

Lucertole e rettili

Nel Kimberley vivono circa 180 specie di rettili, come ad esempio la lucertola dal collare  e la lucertola del Ta-Ta. Ci sono, anche, varie specie di draghi, come i draghi barbuti.

Una specie di varano, chiamato perentie, può raggiungere fino ai 2 metri di lunghezza.

Perentie
Perentie

Serpenti

L’Australia è uno dei territori con la più ampia concentrazione di serpenti.

Non sono rari i casi in cui questi rettili sono stati trovati anche nei luoghi cittadini.

Ci sono sia specie innocue che molto pericolose, quindi, se ti capiterà di incontrare uno, non toccarlo e cerca di evitarlo. Non si sa mai!

Anaconda
Anaconda

Animali marini

Altro spettacolo dell’Australia è la gran varietà di animali marini presenti, in particolare delfini, balene e orche.

Alcuni numeri:

  • 4 000 dei 22 000 tipi di pesci di tutto il mondo sono presenti in Australia;

  • si possono trovare 30 dei 58 tipi di alghe conosciute;

  • 170 è il numero delle specie di corallo che potrai vedere nel continente.

Il periodo migliore per vedere le balene, sia sulla costa orientale che occidentale, è da maggio a novembre.

Balene
Balene

Se vuoi vedere gli squali balena, allora ti dovrai recare a Ningaloo Reef in Western Australia, mentre per le foche australiane nel loro habitat naturale, dovrai raggiungere Kangaroo Island.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo! Non dimenticare di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per non perderti i miei prossimi articoli.

Kiss Kiss,

Cassandra

#Viaggiando A Testa Alta

Follow my blog with Bloglovin

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

4 Replies to “Gli animali australiani: scopriamoli insieme”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *