Travel Interview – The Daz Box

Condividi su...Share on Facebook3Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Oggi intervistiamo Daniela, fondatrice del blog The Daz Box.

Travel Interview - The Daz Box
Travel Interview – The Daz Box

Daniela nella sua descrizione afferma:

<<Ho 32 anni, una laurea in sociologia, un bimbo di 18 mesi, una grande passione per i viaggi e per la birra>>

Io e Daniela abbiamo una grande passione in comune: l’Australia.

Entrambe ci siamo innamorate di questo continente e gli abbiamo dedicato vari post sui nostri blog.

Ora, lasciamole la parola. Ecco a te Daniela di The Daz Box.

  • Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Daniela?

Per fare un riassunto veloce: ho 32 anni, una laurea in sociologia (anche se per lavoro mi occupo di altro), un bimbo di 18 mesi, una grande passione per i viaggi e per la birra (che produco in casa con mio marito).

  • Com’è nato il tuo blog The Daz Box?

L’idea del blog mi è venuta per un motivo banale: raccontare le mie esperienze di viaggio.

In tutti questi anni io e mio marito abbiamo sempre organizzato i nostri viaggi da soli, motivo per cui tantissimi amici ci chiedo spesso aiuto e conisgli per le loro vacanze. Così ho pensato di mettere tutto nero su bianco.

Photo Credit - The Daz Box
Photo Credit – The Daz Box
  • Quale canale social preferisci e perchè?

Mi piace molto Instagram, anche se mi sono iscritta da poco, perché si basa solo sulle fotografie. Mi piace raccontare i miei viaggi attraverso le immagini.

  • Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Spirito di adattamento, curiosità, originalità.

La prima perché credo che un vero viaggiatore sia colui che sappia rispettare e comprendere gli usi e costumi dei luoghi che visita.

La seconda perché tutti i viaggi dovrebbero essere motivati da una reale volontà di scoperta e di conoscenza, non solo per piantare un’altra bandierina sul planisfero.

La terza perché amo gli itinerari di viaggio poco battuti e sono quindi molto incuriosita da chi si spinge oltre le tradizionali rotte turistiche.

  • Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perchè?

Ayers Rock, Australia. Luogo simbolico (e turistico) per eccellenza, che però mi ha profondamente colpita per l’aura mistica che ha intorno a se. Difficile spiegare a parole.

Ayers Rock, Australia
Ayers Rock, Australia – Photo Credit – The Daz Box

Anche la Monument Valley (Arizona) mi ha lasciata ugualmente senza fiato, per l’immensità e per i colori.

  • Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Il viaggio di ritorno dalle Fiji, non finiva veramente più. Tre scali e oltre 20 ore di volo.

Io purtroppo in aereo non riesco mai a dormire quindi cerco di fare quello che fanno tutti: guardo un film, ascolto un po’ di musica, leggo, faccio parole crociate.

  • Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Io amo i viaggi itineranti che racchiudono la più grande varietà possibile di ambienti e situazioni.

Comunque se dovessi scegliere un solo contesto per un solo viaggio direi la città, perché mi annoia di meno.

  • Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Aiuto! Direi: piastra per i capelli, antidolorifici, ciabatte.

  • Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Praga senza dubbio. Bellissima, senza tempo e molto economica.

Da tornarci altre mille volte!

  • Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual’è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

A differenza degli ultimi 6-7 anni non ho ancora le idee chiare.

Sto studiano la Norvegia (le Isole Lofoten nello specifico) che al momento sembra essere la meta più probabile, ma mi attira anche lo Sri Lanka. Siamo ancora molto, molto indecisi!

Photo Credit - The Daz Box
Photo Credit – The Daz Box

Daniela hai fatto dei viaggi veramente straordinari: Australia, Fiji … Complimenti!

Anche io, ultimamente, mi sto appasionando alla birra, ma non sono ancora arrivata al punto di produrla in casa!

Come te e, come chi mi segue saprà già, anche io in aereo non riesco a dormire, se non solamente per qualche ora, quando proprio sono stravolta. Arrivo sempre a destinazione distrutta, ma la mia estrema voglia di scoprire dove sono e quello che mi circonda, mi fa rimanere in piedi comunque.

Ti dico la verità, molte volte ritorno da un viaggio più stanca di prima 😉

Cerco sempre di scoprire il più possibile del luogo in cui mi trovo, specie se è dall’altra parte del Mondo.

Ecco questa è Daniela, se la vuoi seguire, qui di seguito trovi i link del suo blog e dei suoi canali social:

Sito WebFacebook Instagram Twitter

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook3Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

One Reply to “Travel Interview – The Daz Box”

  1. Caspita ma sai che proprio non mi ero accorta che l’avevi pubblicata? Comunque ti ringrazio per avermi riservato un po’ di spazio sul tuo blog. L’Australia resterà sempre un grande amore. Comunque alla fine l’ho decisa la meta per quest’anno: torno in Canada per la seconda volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *