Travel Interview Simone – Run Travel In Fabula

Oggi intervistiamo Simone, fondatore del blog Run Travel In Fabula.

Travel Interview Run Travel In Fabula

Simone si descrive:

<<Sono un ragazzo solare, irrequieto e sognatore. Proprio queste due ultime componenti a Luglio mi hanno portato a mollare tutto (lavoro, famiglia, hobbies, amici, ecc.) per girare il sud-est asiatico e subcontinente indiano, e stare così in Asia per un anno intero con il mio zaino.>>

Ma ora lasciamogli la parola. Ecco a te Simone del blog Run Travel In Fabula.

  • Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Simone?
Simone 2
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula

Eh, a saperlo!!! Prima di partire probabilmente non sapevo chi fossi veramente.

Sono un ragazzo solare, irrequieto e sognatore. Proprio queste due ultime componenti a Luglio mi hanno portato a mollare tutto (lavoro, famiglia, hobbies, amici, ecc.) per girare il sud-est asiatico e subcontinente indiano, e stare così in Asia per un anno intero con il mio zaino.

Non ti nascondo che non è stato facile adottare questa scelta. Ma un po’ di insoddisfazione nella mia vecchia vita ed un paio di sedute dallo psicologo, mi hanno portato dove sono ora. Posso dire di essere un Simone leggermente diverso a 32 anni.

  • Com’è nato il blog Run Travel In Fabula?

Questo blog è nato da due mie grandi passioni: il running e il viaggio.

Mi piace trovare gare podistiche in giro per l’Italia e per il mondo. Con la scusa che ho per correre inoltre viaggio e racconto le emozioni che provo associate a queste due attività.

Da quando ho intrapreso questa mia avventura, per di più, ho corso gare podistiche in Asia, ritrovandomi ad essere anche l’unico italiano. Questo ha suscitato anche molta curiosità tra le persone locali e dei viaggiatori che incontravo in ostello.

  • Quale canale social preferisci e perchè?
Simone 1
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula

Facebook e Instagram perché mi piace fotografare. Ho anche Twitter, ma non mi ci trovo molto bene. Vediamo se aprirò a breve un canale Youtube.

  • Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travelblogger dovrebbe possedere?

La prima è sicuramente il saper emozionare, specialmente per chi come me fa storytelling.

La seconda è il saper inventare o rinnovarsi. Credo non sia semplice ogni volta capire quale argomento possa attrarre il pubblico perché su Internet vi sono spesso le stesse cose.

Un’altra componente è mescolarsi con la gente del posto. Sembra banale, ma sapere i segreti delle città che si visitano grazie alle dritte dei locali, si riescono ad ottenere informazioni e storie di assoluto valore al fine di un futuro articolo.

Simone 3
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula
  • Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perchè?

Si dice che non si è mai pronti per l’India. Proprio questa mi ha lasciato il segno.

Io e la mia famiglia eravamo stati invitati ad un matrimonio di un amico di famiglia. Abbiamo girato il Rajasthan per due settimane.

E’ incredibile come questo paese nonostante povertà, caos, sporcizia, riesca ad entrarti dentro ed a farti sentire vivo. Un popolo che nonostante tutte le difficoltà di vita riesce sempre a sopravvivere anche con meno di 1 euro al giorno.

Religioni, culture, persone e animali che vivono tutti insieme appassionatamente. Ricordo che tornai leggermente cambiato da quel viaggio.

Ora mi ritrovo qui, in un’altra parte dell’India, da circa 3 mesi e non posso che confermare tutto quello che vissi 8 anni fa, il richiamo di questo paese è davvero forte. Provare per credere!

  • Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Roma-Madrid / Madrid-Lima. 16 ore se non sbaglio.

Ormai gli aerei che fanno le tratte a lungo raggio hanno tutti, o quasi, lo schermo frontale.

Diciamo che per uno come me che ha problemi a dormire in aereo (per la scomodità), guardare film e sentire musica è la cosa migliore. Aspetto con ansia che arrivi l’ora del pranzo/cena per passare del tempo.

Simone 5
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula
  • Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Vivendo nella parte ovest di Roma, vicino ad Ostia, a pochi chilometri dal mare non posso che preferire quest’ultimo. Mi mette serenità anche solo guardare l’orizzonte. Potrei stare le ore seduto sulla spiaggia.

Durante questo viaggio ho cominciato ad apprezzare i trekking in montagna, come in Nepal (ancora devo andarci, marzo/aprile), ma reputarli una passione mi sembra eccessivo.

  • Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Calzini, mutande, maglie tecniche e pantaloncini. Macchina fotografica e caricatori. Il minimo indispensabile.

Simone 4
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula
  • Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Ora mi trovo in Asia quindi ti dico Bangkok visti i tanti voli economici che ci sono qui.

Se dovessi essere in Europa forse Barcellona, ci torno sempre volentieri.

  • Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual’è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Finisco di girare questa parte del sud indiano, dopodiché concluderò questo mio lungo anno di viaggio in Sri Lanka, a metà luglio.

Al mio ritorno probabilmente sarò al verde in quanto tutti i miei risparmi se ne stanno andando per quest’avventura e non penso di viaggiare per qualche mese.

Ho intenzione di scrivere un libro contenente le emozioni che si provano, e che ho provato, durante questo lungo viaggio lontano da casa. Vorrei promuoverlo facendo un tour nelle scuole superiori e far capire ai ragazzi che non c’è cosa più bella ed istruttiva che viaggiare.

Finito il libro mi piacerebbe cominciare a lavorare nel mondo del turismo podistico e fare qualche viaggio che vada a braccetto con la corsa. Ho nella mia wishlist: le maratone in Israele di Tel-Aviv e Gerusalemme da fare nel giro di un mese. Ho in mente i Balcani approfittando sempre delle gare podistiche. Fare il giro d’Italia correndo o qualche altra pazzia magari in una paese gigantesco tipo Cina o Stati Uniti. Diciamo che le idee non mancano!

Simone 6
Photo Credit: Simone – Run Travel In Fabula

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questo è Simone, se lo vuoi seguire ecco i link del suo blog e dei suoi canali social:

Sito Web – Facebook – TwitterGoogle+ – Instagram

barra aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *