Travel Interview: Flavia – Flò in Viaggio

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Oggi intervistiamo Flavia, fondatrice del blog Flò in Viaggio.

Flo in viaggio Flavia è una ragazza romana di 25 anni e nella sua descrizione scrive:

<<Amo gli animali, la natura, la ginnastica ritmica, la fotografia, ma soprattutto… AMO VIAGGIARE!>>

Sarà per le passioni che abbiamo in comune, ma il suo blog mi piace molto.

Ha visitato numerosi luoghi d’Europa, dell’Africa e dell’Asia e, per ognuno di essi, ha creato delle descrizioni particolarmente dettagliate corredate da belle foto.

Ora, lasciamole la parola. Ecco a te: Flavia di Flò in Viaggio.

  1. Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Alessia?

Mi chiamo Flavia ho 25 anni e vivo a Roma. Sono istruttrice di ritmica e psicomotricità, informatrice medica e da poco lavoro come istruttrice al vivaio della nazionale di nuoto sincronizzato per la preparazione a secco. La loro preparazione fisica è la stessa della ritmica per questo sono finita lì!

Quest’ultimo lavoro mi entusiasma parecchio, cerco sempre di capire come posso migliorare le ragazze, ma sopratutto Giorgio, unico ragazzo (al momento) della nazionale.

Sicuramente ho un sacco di stimoli e stare a contatto con persone che vanno alle olimpiadi è davvero emozionante! 

Lavoro da quando avevo 18 anni con i bambini, prima come assistente di ritmica poi come istruttrice e anche animatrice. Avevo cominciato a studiare scienze Naturali, ma poi ho capito che l’università non era la mia strada, così sono ritornata a lavorare con i bambini, la cosa che mi rende più felice e mi ha dato fin’ora grandi soddisfazioni.

Amo creare e coltivare rapporti con i pupetti, mi sento nel mio ambiente, come se avessi addosso un vestito che mi calza a pennello. ?

Infine ( e sarebbe pure ora) , per passione cerco di fare la travel blogger.

  1. Com’è nato il tuo blog Flò in Viaggio?

La storia di come è nato il mio blog  è nato in un periodo un po’ difficile della mia vita, dove avevo perso “un attimo” la bussola…così ad un certo punto mi sono fermata e mi sono detta:

Una certezza ce l’hai: i viaggi sono la tua linfa vitale, per cui perché non scrivere dei tuoi viaggi?! Magari diventerà il tuo lavoro!” .

Non è andata ovviamente così  Non avrò riscosso successo, non avrò tanti lettori o followers , ma il blogging mi ha aperto un mondo nuovo e infinito.  

E mi piace, Tantissimo!

Ho conosciuto tante persone, prima tramite social e poi dal vivo, con le quali condivido la stessa passione e sembriamo anche un po’ una famiglia, tutt’ora siamo in contatto e se possiamo ci vediamo. Al momento non ho intenzione di farlo diventare il mio lavoro principale, in futuro chissà.

Ora scrivo per me stessa, per divertire chi mi legge e soprattutto dare consigli a chi si appresta ad affrontare lo stesso viaggio.

  1. Quale canale social preferisci e perché?

Ti avrei detto inizialmente Facebook perché è il social che uso maggiormente, ma il mio preferito in assoluto è Instagram.

Mi piace molto la fotografia e su questo social è possibile vedere foto spettacolari, con filtri, senza filtri, studiate alla perfezione a livello tecnico e artistico. Insomma su instagram la fantasia la fa da padrona!

Inoltre lo trovo molto utile quando devo programmare un viaggio, perché grazie alla geolocalizzazione posso scoprire ristoranti o luoghi particolari di cui non conoscevo l’esistenza, come per esempio Montanejos, una località termale non molto lontano da Valencia sconosciuta ai più.

Ve la consiglio assolutamente se non ci siete mai stati!

Montanejos
Montanejos, Valencia Photo Credit: Flavia Flò in Viaggio
  1. Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Mmm… bella domanda! Sicuramente sincerità ( penso sia importante essere se stessi e sinceri nei confronti dei lettori) , originalità e umiltà.

  1. Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perché?

Ce ne sono tanti che mi hanno colpito, ma a questa domanda posso solo che risponderti il Sudafrica. Sognavo l’Africa ogni volta che vedevo un documentario e , quando alla fine si è presentata l’occasione, non potevo crederci.

L’Africa si insinua nei meandri del cuore e rimane lì, aggrappata… e non ti lascia più. Avrà una sorta di magia, non so .

E’ una terra dai mille colori, bruciata dal sole, strade infinite enormi montagne e spazi verdi, il rumore assordante del silenzio della natura, i sorrisi dei bambini e la forza e vitalità  di questi popoli nonostante le loro dure condizioni.

Blyde_River_Canion
Blyde River Canion, Sud Africa Photo Credit: Flavia Flò in Viaggio

E’ stato un viaggio a 360°. in poche righe è impossibile spiegare perchè mi abbia colpito così tanto… Posso assicurare però che il mal d’Africa esiste.

  1. Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Il viaggio aereo più lungo è stato quello per andare in Malawi.

Avevamo lo scalo ad Addis Abeba sia all’andata che al ritorno, solo che al ritorno il secondo aereo era in ritardo di parecchio per cui il viaggio in totale è durato 20 ore. Volevo morire!

Le ore in aeroporto non passavano mai.

Di solito per passare il tempo sui voli così lunghi mi porto da leggere oppure cerco di dormire (invano).

Quando andai in America e avevo 5 anni, mia madre mi preparò uno zainetto colmo di giochi e roba per disegnare. Lì sì che seppi sfruttare bene quelle 13 ore di volo!  Ero anche una bimba molto buona però 😉 .

  1. Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Non sono mai stata in montagna per una vacanza, i miei hanno sempre preferito il mare e così di conseguenza anche io scelgo sempre quest’ultimo, ma non nego che una bella escursione in montagna in estate o una vacanza sulla neve me la farei volentieri.

Diciamo che preferisco fare città o mare a seconda del periodo dell’anno, della quantità di ferie e budget.

  1. Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Sicuramente la roba elettronica come la Gopro, la macchinetta fotografica e i vari caricatori, poi le prime cose di vestiario che mi capitano sotto gli occhi.

Quando viaggio devo vestirmi comoda, non bado alle mise. Se mi dimentico qualcosa la compro direttamente lì.

  1. Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

O in un paese in una regione limitrofa, come Toscana o Umbria  oppure, se penso all’Europa, a Praga! E’ piccolina e super economica! ( oltre che essere uno splendore) .

Praga
Praga Photo Credit: Flavia Flò in Viaggio
  1. Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual’è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Ehehe…!! Col fatto che lavoro oramai sei giorni su sette e non ho più una vita sociale…al momento ho dovuto accantonare i viaggi, anche il mio amato progetto di passare il capodanno in Lapponia.

Non riesco di conseguenza neanche ad aggiornare il blog  e ad essere costante come prima. Dovrò aspettare le ferie estive, ma va bene così 🙂 .

Le gite di un giorno e mezzo però le posso fare , tant’è che il 10 dicembre me ne sono andata scoperta di Montepulciano, un bellissimo paesino in toscana. 🙂

Wow, complimenti Flavia… Sicuramente sei estremamente impegnata e su questo ti capisco molto.

Anche io in questo periodo non sto riuscendo a seguire il blog come vorrei, sono estremamente presa da esami all’università e lavoro.

Spero, assolutamente, un giorno di riuscire a riprendermi ed a recuperare tutto il lavoro lasciato indietro.

Sei una persona molto piena di energie e, per questo, ti ammiro molto. Continua così e non mollare!

Se vuoi seguire Flavia nelle sue avventure, qui di seguito trovi i link del suo blog e dei suoi canali social:

Sito WebFacebook – Twitter Instagram Google+

barra aereo Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

14 Replies to “Travel Interview: Flavia – Flò in Viaggio”

  1. Bello conoscere chi condivide le stesse passioni! Io credo in ogni caso che non dobbiate preoccuparvi se per un periodo non riuscite a stare dietro al blog come dovreste…è vero ci vuole costanza e impegno…ma è anche vero che la vita vera è la fuori,non dietro ad un pc…percio se al momento il lavoro,lo studio o il viaggio vi assorbe…è solo positivo!anzi avrete piu cose interessanti da raccontare dopo! Ci sono molti posti di cui non ho nemmeno una foto…perche in quel momento non mi andava di bruciarmi la magia della situazione per mettermi a fotografare… a volte ci sono dei momenti che sono per noi e condividerli sarebbe una forzatura no? Bella iniziativa! Continua cosi!

    1. Grazie ? un bel incoraggiamento molte volte ci vuole… ci sono momenti in cui pensi di mollare tutto e dire basta… la determinazione penso sia un’altra caratteristica che tutti i blogger debbano possedere.

  2. Mi piacciono molto le rubriche che si basano sulle interviste. Ne ho una simile anche io, seppure è più una chiacchierata virtuale tra viaggiatori.
    Il bello di queste interazioni, è soprattutto la personalità che emerge da ogni parola, non esiste un’intervista uguale all’altra!
    Come in questo caso, dove Flavia appare totalmente se stessa.
    E complimenti a te per come hai gestito “la regia” 😉
    A presto,
    Claudia B.

  3. Che bella rubrica Cassandra!!! Ci piacerebbe tanto partecipare…queste iniziative vanno rinforzate ?! Ma noi abbiamo un blog di cucina, quindi ci divertiremo a leggere le tue interviste ai travelblogger ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *