Liquidi nel bagaglio a mano? Come fare?

Trasportare i liquidi nel bagaglio a mano è uno degli elementi che più mi fa preoccupare durante un viaggio.

Se posso, cerco sempre di metterli all’interno del bagaglio da stiva, in modo da essere certa di non andare incontro ad alcun problema. Putroppo, molte volte non è così, come, ad esempio, per il viaggio di un weekend!

Vediamo, quindi, tutte le regole per non vedere i nostri prodotti finire rovinosamente nel cestino dei controlli. 😉

I liquidi nel bagaglio a mano

A seguito degli episodi terroristici avvenuti nell’ultimo decennio, a bordo dell’aeromobile, non è più possibile portare tutto quello che si vuole.

Una delle norme più restrittive, riguarda proprio il trasporto dei liquidi all’interno del bagaglio a mano da portare con sè in cabina.

Per liquidi e prodotti assimilabili si intendono, ad esempio:

  • lattine o bottiglie d’acqua;
  • cosmetici;
  • articolo da bagno;
  • gel;
  • paste;
  • creme;
  • lozioni;
  • miscele di sostanze liquide e solide;
  • profumi;
  • contenitori sotto pressione;
  • sostanze a base di cera o gel.

Tutti questi prodotti sono ammessi in cabina solo se riposti in contenitori fino a 100 ml (o 100 g).

Essi devono essere completamente confezionati e richiusi (tutti) all’interno di una busta di plastica richiudibile e trasparente fino ad un peso massimo di un litro e dimensioni massime 20×20 cm.

Ogni passeggero, naturalmente, può portare con sè una sola busta.

Al momento dei controlli, gli addetti non mettono a disposizione nè questi contenitori nè queste buste di plastica, quindi, dovrai premunirti di esse prima dei varci con i metal-detector.

La busta contenente i liquidi deve essere estratta dal bagaglio a mano e posta in un contenitore separato durante i controlli.

Liquidi nel bagaglio a mano
Liquidi nel bagaglio a mano – Photo Credit: comeviaggiareinformati.it

Ecco alcune buste e contenitori che soddisfano i requisiti previsti per il trasporto dei liquidi nel bagaglio a mano:

<br /> <br /> <br /> <br />

Queste norme valgono anche per i cibi per bambini e latte?

Se viaggi con un neonato, puoi portare a bordo il latte per i bambini, latte in polvere, acqua sterilizzata e alimenti per l’infanzia, in quantità consone per sostenere il viaggio, anche se superano il limite previsto per i liquidi.

Essi non devono essere riposti all’interno di un sacchetto separato, ma devono essere pronti per l’ispezione da parte degli addetti aeroportuali.

Per i medicinali liquidi?

Valgono le stesse regole previste per gli alimenti per bambini: possono essere portate a bordo, anche se superano il limite dei 100 ml, ma devono essere pronti per l’ispezione ai controlli di sicurezza.

E per gli articoli acquistati al duty free?

Se acquisti degli articoli, dopo aver passato i controlli, non avrai alcun problema.

Potrai imbarcare liquidi acquistati al duty free, anche, in contenitori superiori a 100 ml, purchè siano sigillati in buste con protezione antimanomissione (Security Tamper Evident Bag) e che sia munito di relativo scontrino.

Potrai, anche, acquistare dei liquidi a bordo dell’aereo, senza incorrere in problemi, l’importante è che chiedi agli assistenti di volo di sigillarteli.

barra aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

16 Replies to “Liquidi nel bagaglio a mano? Come fare?”

  1. Se c’è una cosa che mi scoccia è non poter portare l’acqua in bottiglia e poi, una volta varcati i controlli doverla comprare all’interno dell’aeroporto dove è molto più cara. Per non parlare in volo, dove viene venduta a peso d’oro. Per quanto riguarda i liquidi ormai non è un problema organizzarmi. Buono che si possa portare il latte il latte per i neonati e tutto il resto di cui hanno bisogno. 🙂

    1. Almeno quello è permesso… Per le bottiglie d’acqua è una vera scocciatura. Ho visto che molti portano con sè una borraccia vuota e poi la riempiono alle fontanelle dopo i controlli. Potrebbe essere un’idea per non buttare via un sacco di soldi per una bottiglia d’acqua!

  2. All’inizio anch’io ho comprato i flaconcini e mi sono dedicata al travaso. Ultimamente però parto con l’indispensabile, qualche campioncino e quello che mi manca lo compro una volta arrivata. Inoltre mi sto appassionando alle saponette solide che mi hanno tolto il problema del bagnoschiuma.

  3. All’inizio anche noi abbiamo seguito la regola del travaso nei campioncini.
    Utile per risparmiare spazio e tempo.
    Ultimamente, a causa del tempo che si restringe sempre più e della pigrizia last minute, abbiamo deciso di salvarci in calcio d’angolo e buttarci sui campioncini e cose solide.
    Grazie per questi consigli utili ?

  4. Dover acquistare l’acqua carissima dell’aeroporto la trovo una vera e propria truffa. Poi mi dà troppo fastidio non poter mai comprare marmellate o altre cose che poi mi confischerebbero quando faccio viaggi brevi in cui ho solo il bagaglio a mano..ovviamente comprendo le norme di sicurezza, ma tornare da Londra senza poter fare scorta di lemon curd è crudele XD
    Per il resto anch’io vado di campioncini e boccettine..

  5. Io non riesco a capire perché puntualmente c’è sempre qualcuno ai controlli che blocca la fila perché non rispetta queste norme. Hai fatto bene a scrivere questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *