Il Trenino Rosso del Bernina

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Domenica 2 giugno ho partecipato alla gita in giornata del Trenino Rosso del Bernina organizzata da Club Magellano con cui ho collaborato come blogger. Ti racconto ora la mia esperienza! Ho scelto come punto di raccolta Piazzale Cadorna alle ore 7, il bus è partito perfettamente in orario ed i posti non erano preassegnati, vi era solo la necessità di lasciare liberi i posti nelle prime file che erano gli unici già prenotati in anticipo con un supplemento. Come fermate intermedie sono state effettuate Monza e Lecco e, prima di Tirano, è stata fatta una sosta in un locale tipico per la colazione.

Se effettuerete questo viaggio ti consiglio le brioche e i panini per il pranzo, sono veramente buoni e fatti con salumi affettati al momento. Il prezzo, inoltre, è molto onesto: 3,50€ per panino e accettano i Ticket Restaurant.

Siamo arrivati a Tirano in perfetto orario (intorno alle 10.20), dove ci siamo incontrati con la guida locale che ci ha intrattenuto  con una visita molto interessante per la città e per il famoso Santuario della Madonna di Tirano.

Ci hanno lasciato del tempo libero per il pranzo e nel primo pomeriggio siamo saliti a bordo del famoso Trenino Rosso, patrimonio mondiale dell’Unesco.

La tratta Tirano – Sainkt Moritz è veramente spettacolare, almeno una volta nella vita va vista! Si parte dai 400 metri s.l.m. di Tirano, per arrivare ai 2253 metri s.l.m. della stazione Ospizio Bernina, per poi ridiscendere ai 1800 metri s.l.m. di Sainkt Moritz.

Il Trenino Rosso del Bernina è l’unico treno al mondo in grado di raggiungere una quota oltre i 2000 metri s.l.m. senza cremagliera.

Il punto più famoso è il viadotto elicoidale di Brusio che permette al trenino di superare un notevole dislivello in poco spazio.

Si attraversa poi la Valposchiavo, ricca di vaste vallate con verde rigoglioso ovunque.

Sicuramente molto rilassante per chi proviene dal caos di una città come Milano.

Da Alp Grum, a 2091 metri s.l.m., si ha una bellissima vista sul ghiacciaio del Palù e sull’intera Valposchiavo.

Raggiungiamo ora, la stazione di Ospizio Bernina, la più alta del percorso a 2253 metri s.l.m.. Da qui si può godere la vista del famoso Lago Bianco e del Lago Nero, chiamati in questo modo per il colore delle loro acque.

Uno spettacolo d’estate, ma soprattutto in inverno, dove tutto è completamente ghiacciato ed innevato.

Nella stazione è presente un bistrò in cui ci si può fermare per una piacevole pausa.

Si prosegue poi per Diavolezza, famosa per la stazione sciistica, e Pontresina. In questo tratto, con un buon occhio, si possono ammirare splendide cascate.

Per gli appassionati fotografi, sarà sicuramente una bella sfida!

Siamo arrivati a Sainkt Moritz dopo circa 2 ore di viaggio e, purtroppo ci hanno lasciato solamente mezz’ora per visitare la città.

Alle 16.30 siamo ripartiti sulla strada del ritorno e dopo Colico, sul lago di Lecco, abbiamo fatto una sosta ad uno spaccio di salumi e prodotti tipici.

Consiglio la bresaola di equino, è veramente buona e ricca di ferro.

Siamo arrivati a Milano attorno alle 20 e abbiamo concluso così questa piacevole giornata.

Il Trenino Rosso è un’esperienza unica da vedere in ogni stagione: in inverno per vedere i paesaggi innevati e i laghi ghiacciati, in estate per le cascate e le vallate interminabili!

Un consiglio: per visitare al meglio Sainkt Moritz assicurati di prenotare la visita in un giorno non festivo, altrimenti nella cittadina svizzera sarà veramente difficile, anche, trovare un bar aperto!

Metti Mi piace sulla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per leggere tutti i miei prossimi articoli e seguire le mie avventure.

Kiss Kiss,

Cassandra

#Viaggiando A Testa Alta

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

2 Replies to “Il Trenino Rosso del Bernina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *