Dollaro australiano: consigli utili e storia

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

In questo articolo parlerò del dollaro australiano, la moneta ufficiale dell’Australia. Scopriamola insieme!

Avrai anche degli utili consigli su come procedere al cambio valuta e sui circuiti di pagamento accettati nel continente dall’altra parte del mondo. Potrai partire senza pensieri!

Il dollaro australiano

Il dollaro australiano è la moneta ufficiale dell’Australia. Il suo simbolo è AUD, ma di solito è indicata anche con A$ o semplicemente $.

Attualmente 1€ vale circa 1,50 AUD.

Australian Dollar
Australian Dollar

Le raffigurazioni sulle monete e banconote australiane

Le monete attualmente in uso sono 6 e sul retro raffigurano gli animali australiani, a parte quella da 2 dollari, e sul fronte la regina Elisabetta II:

  • 5 cent, moneta d’argento che raffigura un’echidna (animale simile ad un istrice);
  • 10 cent, raffigura un uccello lira;
  • 20 cent, raffigura un ornitorinco;
  • 50 cent, raffigura un canguro ed un emù che reggono lo stemma dell’Australia, costituito da sei stemmi di stato raffigurati su uno scudo;
  • 1 dollaro, rappresenta cinque canguri ed Elisabetta II;
  • 2 dollari, raffigura un aborigeno anziano ed Elisabetta II, sullo sfondo si intravede la Croce del Sud e le tipiche xantorree (pianta tipica australiana).

Nel 1991 sono state abolite le monete da 1 e 2 centesimi che erano fatte in rame. La moneta da 2 cent raffigurava un clamidosauro (rettile carnivoro).

L’ornitorinco sulla moneta da 20 cent dovrebbe essere presto sostituito dalla raffigurazione di Donald Bradman, giocatore di cricket.

50 Cent
50 Cent

Le banconote sono fatte di plastica, per l’esattezza di polipropilene, ed hanno una piccola finestrella trasparente come misura di sicurezza contro la contraffazione.

Furono le prime banconote al mondo con queste caratteristiche; la prima sperimentale aveva un taglio da 10$ e rappresentava uno scenario aborigeno.

Vediamole in dettaglio:

  • 5 dollari, raffigura sul fronte la regina Elisabetta II e sul retro la Parliament House di Canberra, capitale dell’Australia;
  • 10 dollari, raffigura sul fronte Banjo Paterson (poeta 1864 – 1941) e sul retro Dame Mary Gilmore (poeta e giornalista 1865 – 1962);
  • 20 dollari, raffigura sul fronte Mary Reibey (donna d’affari, magnate delle spedizioni e nota filantropa 1777 – 1855) e sul retro John Flynn (ministro, fondatore del primo servizio di aeroambulanza del mondo 1880 – 1951);
  • 50 dollari, raffigura sul fronte David Unaipon (predicatore, inventore e scrittore 1872 – 1967) e sul retro Edith Cowan (prima donna australiana a diventare parlamentare 1861 – 1932);
  • 100 dollari, raffigura sul fronte Dame Nellie Melba (soprano 1861 – 1931) e sul retro Sir John Monash (comandante militare della I Guerra Mondiale 1865 – 1931).

Nel 2001 venne creata una banconota da 10 dollari commemorativa per il centenario della federazione raffigurante sul sul fronte Sir Henry Parkes (politico coloniale 1815 – 1896)  e sul retro Catherine Helen Spence (politica 1825 – 1910).

Da chi vengono prodotte le monete e banconote australiane?

Sicuramente ti sarai chiesto chi produce queste monete e banconote?

La risposta è molto semplice: si hanno due produttori diversi per banconote e monete.

La Royal Australian Mint si occupa delle monete e la Reserve Bank of Australia delle banconote.

Dove posso richiedere il cambio valuta?

Ti consiglio di richiedere il cambio valuta prima della partenza, direttamente alla tua banca di fiducia. Sarà quella che ti farà il cambio migliore e non dovrai pagare delle commissioni elevatissime. cambio valuta

Non ti consiglio gli uffici cambio-valute sparsi per la città (a Milano li puoi trovare quasi ad ogni angolo) perchè applicano un tasso di cambio veramente sfavorevole. Meglio aspettare qualche giorno in più, ma avere più denaro a disposizione per la tua prossima avventura!

Se, invece, sei arrivato in Australia senza aver cambiato valuta, ti consiglio di non cambiarla in aeroporto, ma all’arrivo in città.

Se ne hai la possibilità, la scelta migliore sarebbe quella di prelevare da un bancomat direttamente in dollari australiani, in modo da poter usufruire del tasso di cambio migliore della tua banca italiana.

Fai attenzione solamente alle commissioni che fuori dall’Unione Europea molte volte possono essere veramente elevate!

Qual’è la somma massima di contante che posso portare in Australia?

Non vi è un limite sulle somme di contanti che puoi portare in Australia, vi è solamente l’obbligo di dichiarazione in dogana per importi superiori a AUD 10 000.

Quali sono le banche australiane?

Le banche in Australia sono generalmente aperte dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 16 ed il venerdì fino alle 17.  

Per ogni tua esigenza, però, potrai trovare ovunque un bancomat da cui effettuare le operazioni 24 ore su 24.

Ci sono quattro banche principali: National Bank of Australia, ANZ – Australia New Zealand Bank, Commonwealth Bank of Australia e Westpac Banking Corporation.

Si hanno, poi, delle banche più piccole, come ING Direct, HSBC Australia e AMP Banking.

Se vuoi scoprire la storia della prima rapina in banca in Australia, ti consiglio di leggere il mio articolo che trovi qui.

Che circuiti di Bancomat e carte di credito vengono accettati?

cartaI circuiti Bancomat accettati in Australia sono Cirrus (Mastercard) o PLUS (Visa).

Fate, quindi, attenzione se avete il circuito Maestro, molto diffuso in Italia.

Come carte di credito vengono accettate Mastercard, Visa, American Express, Diners Club, JCB. Solo JCB ha qualche limitazione in alcune località.

La storia della moneta australiana

La storia della moneta australiana ha inizio nel 1800, quando il Governatore Philip Gidley King emise un proclama con cui stabilì il valore di alcune monete straniere nel NSW.

Siccome non vi era una grande circolazione di monete, nei primi anni della colonia la valuta di scambio più utilizzata era il rum.

Il conio delle prime monete australiane risale al 1813 ed erano ottenute forando al centro alcuni dollari spagnoli.

Con questo procedimento venivano create due tipologie di monete:

  • holey dollar, letteralmente dollaro bucato, costituito dalla corona risultato dell’operazione e che valeva 5 shillings, circa una quarto di sterlina inglese
  • dump, la piccola moneta derivante dal foro centrale che valeva 1 shilling e 3 penny, quindi un quarto di holey dollar.
5-shilling 'holey dollar'
5-shilling ‘holey dollar’

Dal 1817, anno in cui venne fondata la prima banca, Bank of New South Wales, si iniziò a produrre una carta moneta chiamata come le sterline britanniche.

Nel 1825 un’ordinanza imperiale introdusse la sterlina inglese in tutte le colonie britanniche.

Nel 1852 il Government Assay Office di Adelaide emise una moneta d’oro da una sterlina che pesava poco di più di quelle inglesi.

Nel 1855 la zecca di Sydney iniziò la produzione e dal 1872, anche quella di Melbourne.

Prima della nascita della Commonwealth of Australia, la valuta utilizzata era costituita da monete di rame e d’argento prodotte in Inghilterra, mezze sovrane e sovrane d’oro coniate in Australia, monete divisionali in rame prodotte localmente a scopo commerciale (eliminate nel 1881) e banconote emesse dalle banche private.

La sterlina australiana

Nel 1901 nacque la federazione, il governo dell’Australia ottenne il potere di emettere valuta e nel 1910  approvò la Australian Notes Act 1910.

Ciò proibiva la circolazione delle banconote emesse dai singoli stati della federazione e, nello stesso anno, fu approvato anche l’Australian Bank Notes Tax Act 1910 con cui si stabiliva una tassa del 10% su tutte le banconote che venivano emesse o riemesse da qualsiasi banca della federazione dopo l’entrata in vigore della legge.

Le due leggi sono tutt’oggi in vigore, ciò significa che vige il divieto di emettere valute private nella federazione.

Sempre nel 1910 venne introdotta la nuova valuta nazionale, chiamata sterlina australiana.

La suddivisione era costituita da 20 shilling e 12 penny.

Australian Dollar
Australian Dollar

L’introduzione del dollaro australiano

Il 14 febbraio 1966 è la data in cui, dopo molti anni di studi, è stata introdotta la valuta decimale chiamata dollaro australiano.

Il cambio inizialmente fissato era 1 sterlina uguale a 2 dollari.

Successivamente, le banconote e monete australiano hanno subito qualche modifica, fino ad arrivare a quelle in circolazione ai giorni nostri.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social e ricordati di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta.

Kiss Kiss,

Cassandra

#Viaggiando A Testa Alta

Follow my blog with Bloglovin

Condividi su...Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

11 Replies to “Dollaro australiano: consigli utili e storia”

  1. Bello Cassandra! Nonostante abbia maneggiato dollari australiani per un anno (ma mai tanti quanto avrei voluto, ahahh), non sapevo tante delle curiosità di cui hai parlato qui! La prossima volta farò più attenzione ai volti che trovo sulle banconote 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *