Bagaglio: pesi e misure delle compagnie aeree

Condividi su...Share on Facebook15Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

Il bagaglio è una delle maggiori preoccupazioni di quando si viaggia in aereo.

Sarà della misura giusta? Oh no, se sforo il peso, mi farano pagare un sacco?

Per non incorrere più in questi inconvenienti ho creato un’accurata guida in cui sono presenti tutte le compagnie aeree con l’indicazioni dei pesi e delle misure sia dei bagagli a mano che per quelli da stiva. Ho, anche, indicato se quella compagnia accetta o meno un bagaglio aggiuntivo, oltre al classico trolley, per l’imbarco in cabina.

Un episodio con EasyJet

A questo proposito ti voglio raccontare uno snervante inconveniente che mi è successo con EasyJet.

A Gatwick, mi stavo per imbarcare sul volo di ritorno da Londra per l’Italia. Avevo con me un trolley ed una borsa. Stesso carcico della partenza ed, a Malpensa, non mi avevano fatto alcuna storia.

Al check-in del bagaglio da stiva, tutto fila liscio, ma al gate d’imbarco ne sono successe di tutti i colori.

Da regolamento della compagnia, non c’è alcun limite sul peso del bagaglio a mano, ma tutto deve entrare all’interno del trolley.

La borsa era veramente grande e non riuscivo a farla entrare, a quel punto mi hanno chiesto di pagare 40 sterline. Cosa?? 40 sterline per una borsa!!!!!

Aeroporto
Aeroporto

A quel punto ho fatto così: aperto il trolley, appoggiato dentro la borsa con lo sportello aperto, me lo sono caricata in braccio ed ho passato il gate. Subito dopo, davanti allo stewart, ho recuperato la borsa, me la sono messa in spalla, chiuso il trolley e mi sono diretta verso l’imbarco.

Non potevano dirmi nulla perchè le loro regole le avevo rispettate!

Il mio consiglio, però, è quello di non finire nella mia stessa situazione. Controlla sempre il regolamento della compagnia aerea e, se accetta solamente un oggetto come bagaglio a mano. Non sgarrare!  Eviterai degli spiacevoli battibecchi al momento di salire sull’aeromobile.

Misure e pesi delle compagnie aeree

Per facilitarti nell’ardua ricerca dei pesi e delle misure accettate da ogni compagnia aerea, ho creato per te uno speciale PDF contenente tutte le informazioni sui bagagli a mano e da stiva suddivisi per società.

Consigli per l’acquisto dei bagagli

Qui di seguito ti consiglio dei bagagli che hanno le dimensioni accettate in base alla compagnia aerea con cui dovrai volare:

British Airways; EasyJet; Finnair; Eurowings; Iberia; Japan Airlines;
Lufthansa; Meridiana; Neos Air; Norwegian; Ryanair; Swiss;
TAP; Turkish Airlines; Volotea; Vueling; Wizz
Air Asia; Air France; Alitalia; American Airlines; Cathay Pacific; Delta;
Emirates; Qatar Airways; Qantas; Virgin Atlantic
Etihad Airways

E per pesare le valigie in viaggio?

Non preoccuparti, hanno inventato dei pratici dispositivi che ti permetterrano di pesare le valigie in viaggio senza aggiungere troppo peso al tuo bagaglio.

Si tratta del Pesa Valigie da viaggio!

Per una come me, che è sempre ossessionata dal peso della valigia, è stata una grande invenzione!

Ti consiglio questo modello, veramente pratico e maneggevole:

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook15Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

19 Replies to “Bagaglio: pesi e misure delle compagnie aeree”

  1. Anni fa mi è successa la stessa identica cosa a Londra con Easy Jet! All’andata da Milano nessun problema, ma poi a Gatwick mi hanno costretta a infilare la borsa tipo shopper piena di cose (libro, computer, depliant, sciarpa ecc) dentro al trolley che ho trasportato aperto fino al gate 😉 Certe regole sono proprio assurde!

  2. Questa situazione di ritrovarsi con due “trattamenti” diversi, in base all’aeroporto di partenza, pur con la stessa compagnia aerea, è successa anche a noi. Esattamente con Neos. Per fortuna siamo stati avvisati in anticipo, per cui a suo tempo abbiamo scongiurato il pericolo. Ma in diverse occasioni abbiamo visto compagni di viaggio, pagare anche supplementi di 130€, esattamente a Dublino con Air Lingus, perché da là non li hanno fatti ripartire nello stesso modo in cui era stato loro concesso di farlo, in Italia. Assurdo, secondo me dovrebbe valere sempre la stessa regola. Preferisco venir limitata sin dall’inizio, piuttosto che restare scottata dopo.
    Claudia B.

    1. Concordo con te Claudia. Che destinazione avevi con Neos? Dovrò prenderla settimana prossima per Capo Verde e vorrei partire preparata. L’anno scorso l’ho presa per Tenerife e non mi hanno fatto storie.

  3. Odio queste storie delle compagnie aeree che non gli va mai bene nulla sulla misura del bagaglio e devono farti pagare cifre assurde. Un tempo anche ryanair voleva che tutto entrasse nel trolley. Così dovevo per forza imbarcare un bagaglio grande e portare nel bagaglio a mano la borsa con tutto quel che mi serviva. Per fortuna poi hanno cambiato un po’ le regole ma le altre compagnie sono sempre un’incognita. Post molto utile!

  4. Viaggiare con il solo bagaglio a mano, oltre a essere la soluzione di viaggio più comoda e anche economica, crea davvero ansia. Ogni volta ho sempre paura che un addetto mi dica “Controlliamo il peso della valigia!”. Io faccio sempre attenzione a rispettare i regolamenti sia in termini di dimensioni sia di peso, però un pelino d’ansia c’è sempre.

  5. E vero ogni compagnia ha le sue misure e le sue regole . Con Easy jet ho avuto anche io diversi problemi. Addirittura una volta mi hanno fatto imbarcare il trolley perché non avevano più posto in cabina! Ho dovuto levare le cose essenziali e sistemarle alla bella e meglio in un sacchetto di plastica. E non ti dico il tempo che ho perso per recuperare il bagaglio . Ormai se vado via più di due giorni preferisco mettere la valigia in stiva e avere con me solo la borsa. Più costoso, ma più rilassante.

  6. Scaricata la lista in Pdf molto carina e utile! Quest’estate non mi servirà perché partirò in macchina, ma è sempre bene averla a portata di mano per viaggi futuri! 🙂

  7. Articolo interessante, mi è successa una cosa molto simile tornando a casa dopo un breve soggiorno a Londra, io viaggiavo con Ryanair avevo il mio trolley e una borsa con delle confezioni di thè, ovviamente all’imbarco non volevano lasciarmi passare e sono stata costretta a comprimere tutto in valigia. Da allora cerco sempre ( a prescindere dal regolamento) di far stare tutto nel trolley al momento dell’imbarco. 😓

  8. successo con Ryanair, partenza per Berlino. Io ho con me un trolley della yamamay che ha le misure standard, però ha anche (per bellezza…) dei cuoricini in rilievo, vabbè, me l’hanno regalata così :D. Comunque, questi cuoricini mi hanno sempre creato qualche preoccupazione, perchè creano spessore, ma di solito passa. Quel giorno però l’hostess era imbufalita, prima di me c’era una ragazza con un trolley obeFFiFFimo che si ostinava a far entrare questo coso nel misuratore, ma con scarsi risultati. Arriva il mio turno, l’hostess mi ferma e mi fa fare la prova costume della valigia (era febbraio ed era piena di cose voluminose visto che a Berlino fa un po’ freddo). Ovviamente questa non entra totalmente, e l’hostess mi guarda, fa cenno con la testa alla ragazza con il trolley gonfio e mi dice ” 50 euro”…mort…

  9. Utilissimo questo post! Ogni volta che devo partire controllo 2/3 volte pesi e misure sui siti delle compagnie, perché cambiano di continuo le regole e le misure dei bagagli sono simili tra loro ma mai le stesse. Ci fanno diventare matti!
    Anche io utilizzo il pesavalige, sempre, andata e ritorno, in modo da suddividere l meglio il peso nelle due valigie, la mia e quella di mio marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *