Alla scoperta dell’arte tra i canali di Amsterdam

Condividi su...Share on Facebook7Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

Post in collaborazione con Visitare.pro

Il quartiere dei canali di Amsterdam possiede un fascino unico al mondo. Luogo preferito dagli artisti e dai poeti di ogni epoca, quest’area cittadina pittoresca e suggestiva è stata inclusa tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco in merito alla sua unicità estetica e storica: si tratta infatti di un progetto di architettonico realizzato intorno al 1600 e da allora rimasto intatto e invariato, offrendo ancora oggi ai visitatori la stessa scena e la stessa atmosfera. L’area urbana dei canali di Amsterdam costituisce da sempre il centro più attivo, vivace e brillante della città, il luogo dove l’economia, il commercio, la cultura e il contesto sociale hanno trovato il loro spazio condiviso, e ancora oggi il suo design dalle linee morbide e armoniose, in sintonia con lo scorrere dell’acqua, riesce ad unire in un unico ambiente la bellezza del passato e la creatività del futuro.

Canali Amsterdam
Canali Amsterdam

Oggi, il quartiere dei canali di Amsterdam è la meta dei turisti di tutto il mondo, che si perdono tra i musei e le gallerie d’arte, tra i caffè, i ponti e le stradine, o semplicemente navigando, con libertà e fantasia, sulle loro acque.

L’arte tra i canali di Amsterdam

Lungo i canali di Amsterdam l’arte è di casa: gli eleganti palazzi che si affacciano verso l’acqua sono la sede di alcuni tra i più originali e preziosi musei della città, che ospitano collezioni magnifiche, spesso anche inedite e originali, dall’arte antica alla fotografia, dalla scultura alle opere d’avanguardia.

Arte sui Canali di Amsterdam
Arte sui Canali di Amsterdam

I musei da non perdere

Per dare inizio al tour, ed entrare in quella che è l’atmosfera di questo affascinante quartiere, il Museo dei Canali è il luogo ideale: di apertura piuttosto recente, il museo racconta, attraverso installazioni multimediali, la storia dei canali di Amsterdam e la straordinaria opera di ingegneria e architettura che è alla loro base, e che ha permesso di rendere abitabile un terreno semisommerso dall’acqua.

Museo delle Borse e Borsette
Museo delle Borse e Borsette

Dalle guide di Visitare.pro il Museo delle Borse e Borsette è uno dei più importanti musei dedicati alla moda del mondo, ed è l’unico ad ospitare una collezione di borse e ad illustrare la storia e l’evoluzione di questo tipico accessorio del guardaroba femminile, dai materiali al design. Il Museo della Bibbia, considerato uno dei più antichi di tutto il paese ed allestito in due palazzi storici, offre ai visitatori la possibilità di intraprendere uno splendido viaggio attraverso gli studi archeologici, storici e religiosi che si sono sviluppati intorno ai testi sacri, con un’interessante collezione di reperti e una magnifica raccolta di Bibbie. Per gli appassionati della fotografia, il FOAM è un museo internazionale dove vengono esposte fotografie di diverse epoche, dai documenti storici alle opere di artisti contemporanei. Il museo ospita una collezione permanente e organizza, nel corso dell’anno, una ricca serie di mostre dedicate ai protagonisti della fotografia di oggi.

Le residenze dei nobili del ‘700

La particolarità dei musei situati sulle rive dei canali di Amsterdam, è anche quella di permettere ai visitatori di scoprire il fascino delle dimore nobili settecentesche. E’ il caso del Museo Geelvinck, affacciato sul canale più suggestivo di tutta la cerchia, costituito dalla residenza di Albert Geelvinick: si tratta di un’elegantissima residenza al cui interno si trovano ampi saloni arredati a tema seguendo stili diversi, e circondata da uno splendido giardino decorativo. La chiesa di Nostro Signore dell’Attico, nascosta proprio nell’attico di una caratteristica casa dei canali di Amsterdam, risale ad un periodo in cui i cattolici erano costretti a professare la loro religione clandestinamente. Oggi è possibile ammirare sia la chiesa nascosta, sia il palazzo che la ospita, trasformato in un museo coinvolgente e suggestivo.

Museo di Van Loon
Museo di Van Loon

Tra le varie residenze aristocratiche trasformate in case/museo, si distingue il Museo Van Loon: si tratta della casa appartenente ad una delle più importanti famiglie del Seicento, che partecipò attivamente alla fondazione della Compagnia delle Indie. La casa, conservata perfettamente, offre una straordinaria collezione di mobili antichi, dipinti e opere d’arte, e la particolarità di avere al suo interno una rimessa per le carrozze. Situato in uno dei punti più caratteristici del quartiere, il Museo della Casa sull’Acqua è il luogo ideale per scoprire  lo spirito degli abitanti di Amsterdam e l’importanza che la costruzione dei canali ebbe nella loro storia: si tratta di un percorso espositivo a carattere storico allestita su un’imbarcazione del primissimo Novecento, utilizzata in origine per i trasporti e recentemente restaurata e trasformata in casa/museo.

Dove alloggiare lungo i canali di Amsterdam?

Per chi è rimasto incantato dal quartiere dei canali e dai suoi riflessi, e desidera trascorrere tutta la notte sull’acqua, è possibile trovare alloggio in una dimora galleggiante: l’offerta disponibile è ampia ed accessibile a qualsiasi budget, dal semplice ed economico ostello, che comunque propone camere con bagno privato e breakfast, all’albergo dotato di eleganti camere con vista sul fiume.

I canali di Amsterdam
I canali di Amsterdam

Gli amanti della cucina raffinata hanno la possibilità di cenare al ristorante The Vinkeles che, tranquillamente ormeggiato sull’acqua, propone le creazioni gastronomiche del grande chef Dennis Kulpers.

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Post in collaborazione con Visitare.pro

Condividi su...Share on Facebook7Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0
Email this to someonePrint this page

4 Replies to “Alla scoperta dell’arte tra i canali di Amsterdam”

  1. Uuuh che belle foto…non sono mai stata ad Amsterdam e mi piacerebbe un sacco e me la immagino perfetta verso fine primavera…passeggiate lungo i canali e una bevuta nei tavolini all’aperto!!! Spero presto di poterci andare…nel caso saprò a chi chiedere consigli 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *