Alla scoperta di Bellagio, crocevia del Lago di Como

Condividi su...Share on Facebook8Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

Bellagio è un piccolo centro su un promontorio nei pressi di Como e di Lecco, dove si incontrano i due rami del lago. La città è molto bella e la vista è fantastica!

Come raggiungere la città di Bellagio?

Ci sono diversi modi per raggiungere Bellagio.

Il più semplice è tramite un traghetto.

Ci sono numerose partenze sia dalla riva di Lecco che da quella di Como. Se hai bisogno di portare con te l’auto, devi necessariamente partire dal molo di Varenna, una piccola cittadina a metà della sponda lecchese.

Il biglietto per un’auto standard, comprensivo di conducente, è di circa 6,90 euro. La tariffa per il solo passaggio ponte è di circa 4,90 euro.

Il promontorio di Bellagio
Il promontorio di Bellagio

Personalmente, per raggiungere la bellissima città di Bellagio, ho scelto di utilizzare l’auto: da Lecco per raggiungere il promontorio, devi seguire la strada SS583 per tutta la sua interezza.

La strada è veramente difficile, stretta e tortuosa, quindi la suggerisco solo per i guidatori molto esperti. È costruita direttamente sulla sponda del lago e la vista è spettacolare. Se ami le foto, ti fermerai molto spesso per scattare delle splendide immagini.

Dalla città di Lecco ci vorranno circa 40 minuti per raggiungere Bellagio.

Una volta arrivato, il prossimo problema sarà il parcheggio.

Vicino al centro storico, è prevista una tariffa di 1,50 euro all’ora.

Sono riuscita a trovarne uno gratuito, grazie ad un’utilissima mappa:

Sono arrivata alle 15.00 e ed i posti nei pressi del centro erano, già, tutti pieni e così ho trovato un parcheggio subito dopo la grande curva che scende per entrare nella città. Da qui si tratta di circa un chilometro a piedi per raggiungere l’area pedonale.

Un consiglio: durante le vacanze estive (di solito da Maggio a Ottobre) il centro storico diventa completamente una zona pedonale. Presta attenzione, altrimenti potresti prendere una multa molto salata! Stai attento, anche, a non lasciare l’auto su parcheggi riservati ai residenti (li puoi riconoscere dalle linee gialle), la polizia è molto rigorosa.

È possibile raggiungere Bellagio, anche, prendendo un autobus dalla città di Lecco, ma sinceramente non lo consiglio perché potrebbe essere molto lungo ed impiegheresti veramente troppo ore.

La storia

I primi abitanti di Bellagio erano chiamati Insubri. In seguito il territorio fu conquistato dai Galli e dal 196 a.C. passò sotto il dominio dei Romani.

Il piccolo centro venne visitato, anche, da Giulio Cesare che vi portò alcuni coloni greci. Quest’ultimi si stabilirono in vari luoghi del lago di Como, tra cui Bellagio. Negli anni successivi il ruolo della città crebbe, non solo come luogo di interscambio (è vicino a Spluga, una via per raggiungere la Svizzera), ma anche come un luogo dove le barche potevano fermarsi, grazie alle sue lagune calme e golfi, come la laguna di Loppia.

Una curiosità: in questo luogo i romani erano soliti coltivare molti olivi e allori, da quest’ultimo (il suo nome latino è laura), viene il nome del lago Como, Larius.

Anche degli autori molto famosi, come Virgilio e Plinio Il Giovane, visitarono la città. Plinio, addirittura, possedeva una casa molto grande in cima al promontorio che utilizzava come residenza estiva.

Nel 568 d.C. i Longobardi conquistarono Bellagio. In seguito, ci fu l’invasione delle truppe di Carlo Magno ed, infine, dei tedeschi.

Nei secoli successivi, la città fu occupata da vari conquistatori, finchè nel 1508 il feudo di Bellagio entrò nelle mani di Stanga, un signore che costruì una bella casa sulla cima del promontorio. Essa, però, venne in seguito distrutta, durante un’incursione di Cavargnoni.

Cosa vedere?

Il punto più spettacolare di Bellagio è sicuramente Punta Sparti-Vento, dove si congiungono i due rami del Lago di Como. Qui si può avere una fantastica vista sui due lati del lago.

Vista da Punta Sparti-Vento
Vista da Punta Sparti-Vento

Per raggiungere Punta Sparti-Vento bisogna seguire una strada molto bella che parte dal centro della città e si affaccia su bellissime case con enormi giardini.

Non ti puoi perdere, basta seguire le indicazioni per la punta.

Se è una giornata soleggiata e calda, puoi prendere il sole oppure rilassarti sull’erba all’ombra di alberi meravigliosi.  Volendo, puoi anche fare un bagno nel lago usando la piccola spiaggia vicino alla terrazza.

Non dimenticare la macchina fotografica, qui puoi scattare delle fantastiche foto!

Entrando nel centro della città, resterai sorpreso dalle numerose stradine e vicoli molto stretti che scendono verso il lago. Il più importante è costituito da una lunga scala con molti negozi di prodotti tipici e caratteristici posti su entrambi i lati. Fai attenzione a non mancare un gradino, mentre ammiri uno dei loro splendidi oggetti!

Se hai voglia di gelato, ti consiglio una gelateria che puoi trovare subito all’ingresso della città. E’ il più economico (2 euro per un cono due gusti) e il gelato è veramente buono e gustoso.

Bellagio
Bellagio

Il porto si trova nella parte bassa di Bellagio. Vi è un’area riservata ai soli pedoni ed una per i veicoli. Per raggiungerla ci sono due modi: la strada asfaltata con molti alberghi 5 stelle o scendendo da uno degli stretti vicoli.

Il piatto tipico di Bellagio è la polenta con burro e formaggio locale, chiamato toch. Viene generalmente servito durante periodi di festa, come le vacanze invernali.

Qui, vi è, anche, la Rockefeller Foundation, unica sede al di fuori dell’America.

Passeggiando per la città, ti sembrerà di aver lasciato l’Italia: in ogni angolo potrai incontrare un americano o un inglese che curiosa tra i vicoli o nei piccoli negozietti.

Altre curiosità su Bellagio

  • Bellagio è famosissima in America: a Las Vegas c’è il Bellagio Hotel & Casinò! Inoltre, alcune strade di Los Angeles sono ispirate a questa città, c’è la Bellagio Road, Bellagio Way e la Bellagio Terrace.
Bellagio Hotel & Casinò
Bellagio Hotel & Casinò
  • Il nome Bellagio è stato dato anche ad altri due casinò del mondo: a Lima, capitale del Perù e a Colombo, in Sri Lanka.
  • A Hong Kong c’è un grattacielo residenziale di 60 piani chiamato esattamente Bellagio.
  • Al molo Loppia sono ormeggiate due delle ultime gondole lariane, una barca a vela storica utilizzata per il trasporto sul lago di Como, sono chiamate Rosina e Giulia.
  • Bellagio è gemellata con varie città dell’Unione Europea, come Altea in Spagna e Judenburg in Austria.
  • La famosa casa motociclistica Moto Guzzi, che ha la sede principale nei pressi di Mandello del Lario, ha dedicato alla città di Bellagio una serie di motociclette Custom.
  • Il 28 settembre 2005, l’astronomo italiano Valter Giuliani assieme Graziano Ventre scoprì un asteroide e lo chiamò 79271 Bellagio.

barra aereoNon dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Condividi su...Share on Facebook8Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *